• V.L.Gentile

Adesso sono forte perché una volta ero debole

Aggiornato il: nov 17


Sono forte perché una volta ero debole, sto in guardia perché sono stata tradita, rido perché un tempo ero triste e vivo nel presente perché il futuro è incerto.

Ho toccato il fondo e ho sentito le asperità del terreno su cui camminavo.


La vita è stata dura con me. Sono stata, sono e sarò sempre una persona vulnerabile. Sono stata veramente ferita. Il mio cuore si è spezzato per l'ingiustizia e il tradimento. Ho schivato pochissimi colpi, meno di quanti ne abbia ricevuti.

Ho sofferto di paura e disperazione così tanto che non ho avuto altra scelta che affrontarle.

Non ho lasciato che la sofferenza prendesse il sopravvento sulla mia vita, ho lottato per liberarmi del peso che ha causato lo squilibrio emotivo che ho attraversato e ci sono riuscita!

Sono risorta da tutto questo, ecco perché ora vedo davanti a me una persona forte che ha avuto e continuerà ad avere momenti di debolezza. Non posso sfuggirgli, sono umana, ma sono pronta ad accettare con coraggio ciò che il futuro mi riserva.

Ho capito che possiamo imparare molto quando ci troviamo di fronte a momenti difficili. Non possiamo andare alla prima pagina del nostro libro e rifare tutto da capo, quindi è importante trovare un modo per rinascere e continuare a scrivere le nostre storie.

Le lacrime guariscono l'anima


Lasciami essere debole e piangere oggi, e domani sarò di nuovo forte. A volte abbiamo bisogno di piangere e non sappiamo perché.


Tendiamo a reprimere le nostre lacrime per paura di ciò che potrebbero pensare gli altri o semplicemente perché pensiamo che il pianto ci renda più deboli. Ma piangendo, siamo in grado di esprimere ciò che è nei nostri cuori.

A volte le persone piangono, non perché sono deboli, ma perché hanno passato così tanto tempo a essere forti e anche questo le ha logorate.

In generale, quando abbiamo bisogno di piangere , è bene farlo, perché in qualche modo ci aiuterà ad alleviare l'ansia che i nostri problemi inducono.

Imparare dalle avversità


"Ho iniziato a sentire il desiderio di vivere di nuovo quando ho scoperto che la mia vita poteva assumere qualunque significato volessi darle". Paulo Coelho

La vita è come un sentiero pieno di fiori e pietre. I momenti belli e quelli brutti ci sono in modo che possiamo fare con loro ciò di cui abbiamo bisogno. Dobbiamo essere forti e accettare le cose che impariamo, superare le tempeste e liberarci dal risentimento e dal dolore: questa si chiama resilienza.

Quando ci troviamo di fronte alle avversità, qualcosa impedisce al nostro io interiore a svilupparsi. Questo è qualcosa che le persone che hanno sofferto molto sanno bene, perché dopo aver attraversato un momento difficile, pensiamo più chiaramente ai nostri limiti che alle nostre capacità.

Questa è la differenza tra scuola e vita. A scuola, prima ti viene insegnata una lezione e poi ti mettono alla prova. Nella vita, ti metti alla prova e poi impari la lezione.

I brutti momenti della vita sono evidenti; devi cercare quelli buoni


Nessuno può tornare indietro e ricominciare da capo, ma chiunque può iniziare adesso e creare un nuovo finale.

Tutto nella vita è temporaneo, quindi goditi le cose buone perché non dureranno per sempre. E se le cose vanno male, non preoccuparti, perché non dureranno, anche loro, per sempre.


Le battute d'arresto e la sofferenza fanno parte del quotidiano, quindi dobbiamo essere aperte a imparare dal dolore , perché non possiamo evitarlo anche se lo vogliamo. Il dolore scompare quando hai imparato la lezione, anche se rimangono, a volte, cicatrici fisiche e soprattutto mentali.

Questo non vuole dire che le persone che hanno sofferto abbiano vinto le loro paure e il loro dolore, è solo che hanno imparato che non puoi curare ferite che non riconosci.


+39 331 2837728

PER INFO

NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere aggiornamenti

© 2019 by L.
 

  • w-facebook
  • Instagram - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle

SEGUICI:

DOTT.SSA VALERIA LAURA GENTILE

CONTATTI