• V.L.Gentile

9 modi per gestire al meglio i tuoi figli dopo il divorzio

La prima cosa molto importante che devi prendere in considerazione per la tua vita e per il bene dei tuoi figli è che non hai rovinato la vita di tuo figlio/a quindi non essere ansioso/a per questo.

Il divorzio è sicuramente una parte importante emotiva da gestire da parte di tuo figlio/a, i bambini possono essere influenzati negativamente dal divorzio dei loro genitori? La risposta è SI, possono esserlo, la cosa più importante da capire è che i bambini non sono necessariamente destinati a subire un impatto negativo dal divorzio, esso dipende da come viene gestito dai suoi genitori.


Diamo uno sguardo più da vicino ad alcune situazioni comuni che si presentano e a come potresti gestirle al meglio in modo che tuo figlio non rimanga imbrigliato tra i due fuochi.

1 Accetta il fatto di “sentirti a pezzi”

Essere consapevoli che è normale e naturale cadere a pezzi subito dopo il divorzio è già un buon punto di partenza.

Il divorzio segna la fine di una relazione, e come in ogni “lutto”, ha in sé un processo di sofferenza che attraversiamo quando interrompiamo la relazione con il nostro coniuge, indipendentemente da quanto sia amichevole e condivisa la decisione.


Potresti sentirti sopraffatta/o, triste, arrabbiata/o e meno paziente. Questo influenzerà inevitabilmente anche il comportamento di tuo figlio/a, passerà anche lui/lei attraverso il suo processo di lutto, con l’aggiunta di preoccupazioni per i suoi genitori, come la transizione tra la casa di mamma e papà, come affrontare le regole in ogni casa, e ciò che il futuro avrà in serbo per lui/lei.

Una regola importante è: tu sei l'unico responsabile quando i tuoi figli sono con te. La chiave è creare regole e rafforzare quelli che sono i tuoi principi e i tuoi valori, aumentando l’amore per il ragazzo/a

Hai il diritto di sentirti a pezzi. Non devi nascondere tutti i tuoi sentimenti di tristezza e difficoltà a tuo figlio/a.

Questo non vuole dire che ci deve essere un’assoluta condivisione di tutto col minore, dirgli troppo della tua vita personale o del tuo rapporto con il tuo ex non è producente per lui. Fare questo è un errore perché costringe il tuo bambino ad mettersi in una posizione adulta, facendolo diventare il tuo confidente, e lui non lo deve essere perché il suo ruolo è di figlio e gli va mantenuto sempre.

Fargli sapere che stai attraversando un periodo difficile e che presto starai meglio lo rassicurerà e lo farà sentire meno in colpa e più sereno.


2 Affronta le conseguenze senza farti assalire dai sensi di colpa

Molti genitori evitano i propri stati emotivi post divorzio perché si sentono in colpa per ciò che hanno fatto alla vita del loro bambino. Il pericolo è che questo possa diventare un'abitudine e il figlio possa quindi sviluppare alcuni comportamenti scorretti. Molti bambini hanno reazioni come stress, ansia, tristezza per la separazione dei loro genitori. Ma ricorda, la cosa migliore che puoi fare per tuo figlio adesso è essere coerente.


Sii comprensivo con i tuoi figli, anche loro stanno attraversando un periodo difficile, ma mantieni la linea genitoriale educativa comportamentale che hai sempre avuto con lui/lei.

Se il ragazzo/a continua a non seguire le regole familiari, ad esempio, fagli avere lo stesso trattamento che gli avresti dato prima che succedesse il divorzio. Se tuo figlio di 10 anni ti dice parolacce e grida in faccia, di nuovo, segui con una certa disciplina il suo atteggiamento.

Assicurati di parlare sempre con tuo figlio/a dopo che tutti si sono calmati e cerca di scoprire cosa sta succedendo dentro di lui/lei. Siate aperti nel parlare del divorzio e cercare di capire i loro sentimenti a riguardo e cercate di ascoltare davvero ciò che vostro figlio ha da dire.


3 Se tuo figlio prende il posto dell’altro genitore

I bambini reagiscono al divorzio in modi diversi. Tuo figlio potrebbe tentare di prendersi cura di te per non creare problemi. Potrebbe cercare di assumere il ruolo del genitore scomparso e comportarsi come un adulto anziché come tuo figlio.

I bambini spesso reagiscono in modo più forte dei loro genitori dopo il divorzio perché cercano di colmare il vuoto che è rimasto. Si sentono in dovere di assumere il ruolo "mancante".


Questo non assolutamente bene e non è parte del sistema famiglia bilanciato. Se ti capita una situazione del genere devi intervenire per bloccarla all’inizio.

Ciò che aiuterà di più tuo figlio/a è se puoi assicurargli che la cosa migliore che può fare adesso è essere un bambino/adolescente e vivere la sua vita. Come genitore, puoi ricordare ai tuoi figli, con le tue azioni e le tue parole, che non hanno bisogno di prendersi cura di te. Anche se stai attraversando un periodo difficile, fagli sapere che sei ancora in grado di prenderti cura di te stessa/o e della tua famiglia.


4 Che comportamenti possono avere i figli dopo il divorzio

Ci sono un milione di ragioni per cui i bambini recitano dopo un divorzio. Ecco alcuni dei più comuni:

Il cambiamento indesiderato nella loro vita

Si sentono fuori controllo

Sono arrabbiati, tristi o spaventati

Sperano che i genitori tornino insieme

Stanno verificando i confini e cercando di spingerti ad essere forte.

Sentono che il divorzio è colpa loro


Alcuni bambini recitano subito dopo il divorzio, nel tentativo di spingerti ad essere forte. Se tuo figlio recita, può essere utile capire che il suo comportamento potrebbe derivare dalla sua ansia riguardo a ciò che gli sta capitando, questo avvenimento rende i figli nervosi poiché hanno la sensazione che i loro genitori stiano perdendo il loro ruolo.

Se stai vivendo questa situazione, cerca di entrare in empatia con lui/lei e capire da dove potrebbero provenire questi comportamenti, ma non devi assecondarlo, spiega a tuo figlio che sarà molto utile che sia collaborativo e non abbia risentimenti o sensi di colpa.


5 Se tu sei genitore in modo diverso dal tuo ex

I motivi per cui si divorzia sono molti e di svariata natura, si divorzia perché si ha difficoltà a capirsi, ad ascoltarsi ad amarsi e voler condividere impegnandosi, una vita coniugale intensa.

Essere divorziati non renderà tutto più facile nel momento in cui si hanno dei figli condivisi che amiamo e vogliamo educare e rendere felici. Una cosa da tenere presente importante è che quando sei con i tuoi figli, il tuo ex non può dirti cosa fare. E naturalmente, non puoi dirgli cosa fare, quando li ha lui/lei.


Questo vale a meno che non vi sia un caso di comprovato abuso o negligenza da parte dell’ex coniuge. I tribunali in genere sostengono la regola secondo cui ciò che fa un genitore quando è con suo figlio è affar suo, non di qualcun altro, se non quando è presente vero abuso e / o negligenza.


Detto questo tu sei l'unico responsabile quando i tuoi figli sono con te. La chiave è fare regole e rafforzare quelli che supportano i tuoi principi. Aspettati che tuo figlio segua le tue regole nella tua casa e non ti preoccupare di quello che succede nell'altra.

Naturalmente è sempre più vantaggioso per tutti lavorare insieme e collaborare quando si tratta di essere dei bravi genitori responsabili per i figli. Provare a suggerire i propri pensieri educativi, lasciare che il tuo ex conosca le tue preoccupazioni, rimanere aperti e ascoltare le preoccupazioni dell’altro/a, e poi decidere da soli cosa fare o non fare. Si può cercare di discutere le proprie idee genitoriali, ma se il tuo ex è un “muro” su cui rimbalzi, esci dalla sua scatola e rimani concentrato/a sui tuoi valori genitoriali.


6 Quando il tuo ex si lamenta del tuo stile genitoriale

La risposta migliore che puoi dare al tuo ex se si lamenta della tua genitorialità è dire: " Cerco di fare del mio meglio per essere un bravo genitore". Se continua a lamentarsi, ripeti sempre il tuo valore e la tua posizione.


Non intrattenere più conversazioni su questo argomento. Se non vuole capire e resta sulla stessa linea, non è producente parlare e cercare di far cambiare idea all’altro, inneschi solo momenti di ira e astio che si ripercuoteranno sui figli. Ciò che conta è come ti senti come genitore quando i tuoi figli sono con te, questo farà una grande differenza su come il ragazzo affronterà la sua vita futura.


7 Non mettere mai il bambino in mezzo

I figli possono rimanere intrappolati nel mezzo quando i genitori divorziano, loro non vogliono schierarsi, vogliono essere liberi di preoccuparsi dell'altro genitore quando sono con te. Non parlare loro del tuo ex in un modo tale da costringerli a prendere una posizione.

Mettiamo che tuo figlio/a ti dica :" Papà dice che non mi aiuti abbastanza con i compiti di scuola". A patto di credere che stai facendo del tuo meglio in questo senso, invece di dire "Non è vero!" o scatenare alcune parole poco carine nei confronti dell'ex- coniuge, prova a rispondere in modo non difensivo. Tipo: "Penso che stiamo facendo un buon lavoro insieme. Mi dispiace che tuo padre la veda cosi".

Così facendo hai concluso con successo la battaglia e hai messo tuo figlio fuori dal centro del dibattito genitoriale.


La regola generale che un genitore deve sempre avere presente è di non dire mai nulla ai figli di negativo sull'altro genitore. Potrebbe essere necessario mordersi la lingua, è molto importante cercare di astenersi dal criticare l’ex. In questo modo, aiuterai tuo figlio ad avere relazioni sane con entrambi i genitori, e questo è ciò che devi desiderare per lui/lei a lungo termine.


8 Quando i bambini manipolano i genitori

Un sottoprodotto del divorzio è che a volte i bambini manipolano i genitori uno con l'altro. È una fonte di potere per loro che, francamente, spesso funziona. Si sentono frasi come : “mamma dice che non devo andare a chiedere aiuto a scuola se non voglio", oppure: "Papà mi lascia stare fino sveglio fino alle 24.00".

Il motivo di questo agire è che i figli spesso usano il vantaggio di manipolare i genitori per ottenere quello che vogliono.


Una cosa importante da imparare è non farsi prendere dal senso di colpa verso i figli e cedere a questo tipo di comportamento. Ripetigli che quando sono a casa tua, seguiranno le tue regole e quando saranno con l’altro genitore seguiranno le sue regole.

Per impedire che la loro manipolazione diventi efficace confrontati col tuo ex, se il vostro rapporto accetta un dialogo, è l’unica soluzione utilizzabile.

Non prendete mai l'abitudine di parlare al vostro ex tramite vostro figlio/a, se hai un messaggio o una domanda, chiamalo direttamente.

Se tuo figlio mente su quello che ha detto l'altro genitore e poi cerca di nasconderlo, confrontati con lui/lei. Non accettare la menzogna del ragazzo/a, se la accetti stai fondamentalmente permettendo a tuo figlio/a di gestire la tua vita e la vita dell’altro genitore, mentre i figli devono sapervi comunque uniti nel vostro ruolo genitoriale nonostante non siate più una coppia coniugale.


9 Viaggi tra casa di mamma e di papà

Molti bambini hanno difficoltà a spostarsi avanti e indietro tra le due case ogni settimana. Il giorno in cui arrivano in una casa, potrebbero essere arrabbiati e chiudersi in loro stessi rifiutandosi di parlare.

Perché lo fanno?

Potrebbero metterti alla prova per vedere se sei forte e costante. Potrebbero aver trattenuto il dolore con l’altro genitore e sfogarlo ora che sono te, potrebbero esprimere la loro rabbia per l'interruzione della loro vita e il loro desiderio di tornare insieme come una famiglia.


A volte i figli creano intorno a loro “un problema” apposta, perché sperano che i loro genitori si riuniscano attorno a questo "figlio difficile".

Sii empatico con i sentimenti che potrebbero guidare questi comportamenti. Dopotutto, i tuoi figli sono influenzati da qualcosa su cui non hanno alcun controllo, e probabilmente non volevano.

Tieni presente, tuttavia, che non è necessario sopportare tutti i loro comportamenti. Quando parli con tuo figlio/a riguardo il divorzio, potresti prima partire dal suo stato emotivo.

“Sembri arrabbiato/a. Vuoi dirmi cosa sta succedendo?”oppure: “ Sembri triste. Deve essere difficile lasciare la casa di papà e sapere che non lo vedrai per qualche giorno."

Se i figli continuano ad essere ostili, ignorali più che puoi; rispondi solo quando si sono calmati.


Per mantenere la tua mente concentrata e aiutarti a stare calma/o, devi essere consapevole che il modo in cui tuo figlio/a vivrà in futuro e come si sentirà, dipenderà dal tipo di relazione che sviluppa e mantiene con ogni genitore. Il divorzio non è l'unico fattore che avrà un impatto sulla sua vita.


Mantenere un rapporto maturo con il tuo ex manterrà i figli lontano da disagi emotivi, avere una solida relazione con loro dipende solo dai protagonisti, cioè voi, mamma e papà

divorzio, figli,problemi,paure,urla,madre,padre


.

2 visualizzazioni

P.

+39 331 2837728

PER INFO

NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere aggiornamenti

© 2019 by L.
 

  • w-facebook
  • Instagram - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle

SEGUICI:

DOTT.SSA VALERIA LAURA GENTILE