• Life Coach Valeria L. Gentile

Quando è il momento di andare e non perdere tempo in battaglie inutili?



Se c'è qualcosa di veramente difficile da fare, è sapere quando uscire dalla vita di una persona per diventare un ricordo amato e non un'abitudine disprezzata.


Saper dire addio è l'arte della sofferenza, ma anche dell'apprendimento.

Secondo uno studio pubblicato da una ricerca inglese, il motivo principale per cui decidiamo di separarci e annullare una relazione dipende dal sentimento di disuguaglianza che si vive nella coppia, dove i contributi di ciascuno sono diversi e dove il costo della “moneta del dolore” è troppo alto per i piccoli profitti che se ne ricavano.


C'è sempre un momento in cui è necessario partire, anche se non sai dove andare, anche se hai i piedi nudi e le mani vuote. Solo allora permetterai al tuo cuore di essere di nuovo felice.

L'amore e la sofferenza non dovrebbero mai camminare insieme in una relazione d'amore. Non tutti sono sicuri su questo, dal momento che il concetto di "amore romantico" ci fa ancora credere a queste idee sbagliate. Se ti ami abbastanza, non dovresti permetterti di arrivare a queste convinzioni.


Ci sono sicuramente alcune cose nella vita che ti sei lasciato alle spalle e, anche se sai dove trovarle, ti rendi conto che recuperarle, sarebbe un viaggio senza ritorno. Quindi non hai paura, né ti penti di nulla, perché sai per cosa vale la pena combattere e sai anche quali battaglie sono inutili, ad esempio per quelle persone per cui non vale la pena farsi male.


Ma a quante cose hai rinunciato nella tua vita per qualcun'altro? A volte è difficile vederle e rendersi conto che ogni sforzo che investi, ogni aspetto della tua vita a cui rinunci per certe persone o progetti, sono come fili di fumo che fuoriescono da una finestra aperta.

Il motivo per cui è difficile rendersi conto che tutto ciò che fai potrebbe non essere di grande utilità è a causa dell'attaccamento emotivo. Questo perché le tue speranze e i tuoi sogni sono le emozioni positive che ti incoraggiano ogni giorno ma sono anche quelle che spesso ti bendano gli occhi.

Quando arriva la delusione, ti rendi conto che la tua vita è diventata squilibrata e non ti è rimasto più niente e il tuo sogno si è trasformato in un incubo.


Hai fatto qualcosa di sbagliato? Dovresti pentirti di tutto quello che hai fatto? No. Perché chi non lotta per i propri sogni non è coraggioso e non raggiungerà mai la luna. Sii orgoglioso del tuo coraggio, ma ricorda che spesso è saggio fare un anche ritiro tempestivo.

L'amore è soprattutto una scelta che facciamo liberamente ma, a volte, l'amore è una delle principali cause della sofferenza umana. Prima di cadere in questi stati di dolore emotivo, è necessario sapere quando dire addio al momento giusto per evitare di allungare situazioni davvero distruttive.

Questi sono gli aspetti principali che dovresti valutare per capire se “andare via è la tua unica opzione”.


  • Determina se il problema che ti ha portato alla situazione attuale ha una soluzione.

  • Di fronte a una crisi, è necessario che entrambe le parti si impegnino allo stesso modo . Una relazione è squilibrata quando una persona offre le proprie energie, il proprio entusiasmo, i propri sacrifici personali, mentre l'altra si limita a ricevere senza offrire nulla in cambio.

  • Cerca di proiettare la tua situazione attuale in un lontano futuro. Credi che tra 10 anni saresti felice se le cose stessero come sono ora?

Se dopo queste domande ti rendi conto che nulla è possibile e che non c'è soluzione, devi trarre forza da te stesso per dire addio, lasciare e chiudere questo cerchio personale ed emotivo pieno di sofferenza.

Devi lasciare andare la persona che non ha la volontà di camminarti accanto con rispetto ma solo con egoismo.



Idee che ci impediscono di riuscire a porre fine a una relazione emotiva


In una relazione, ci aggrappiamo a certe convinzioni ed emozioni errate che, in caso di infelicità , ci impediscono di essere obiettivi e di vedere la realtà. Ricorda sempre che essere ciechi non vuole dire amare, ma essere delusi dalle nostre stesse convinzioni.


L'arte di solito rappresenta l'amore con la benda e le ali sulla schiena: la benda ci serve per non vedere gli ostacoli, ma fortunatamente ci vengono date due ali per superarli.

Le idee che ci impediscono di mettere un punto alla fine di una relazione, sono in realtà tante virgole e un nuovo paragrafo che, lungi dal salvare la relazione, prolunga sofferenze inutili che violano la nostra autostima. È quindi importante considerare questi concetti:

  • Evita l'autoinganno, le cose non andranno sempre come vorremmo. Pensaci: potresti aver perdonato più del necessario al punto da dimenticare dove erano i tuoi limiti o dire troppo spesso “ ci abbiamo riprovato ” senza vedere nulla di diverso…

  • L'altra persona non cambierà per te. In realtà, le persone non cambiano. È possibile che non fosse nemmeno come la vedevi tu all'inizio della relazione ma non avevi la lucidità per notarlo ed è una cosa di cui dovresti tenere conto. Nessuno cambia il proprio modo di essere dall'oggi al domani, per quanto vorremmo che lo facessero.

  • La sofferenza per amore non è un atto romantico o eroico. È una forma di autodistruzione. Se sei stato portato a credere che avere un partner significhi dover soffrire e instaurare una lotta continua, allora ti sei stato autoingannato. Essere coppia è saper costruire e amare senza che la sofferenza sia più che circostanziale.

  • Non aver paura della solitudine. Secondo uno studio condotto presso la Brigham Young University nello Utah, una delle principali paure della popolazione è quella di “essere soli”. Per molti, essere in cattiva compagnia è preferibile della solitudine. Mai cadere in questa trappola.


Come ci si sente dopo?


Non sai mai se una battaglia o un sogno sono stati inutili finché la realtà non ti colpisce duramente. Fino ad allora, la speranza alimenterà i tuoi pensieri, i tuoi sforzi e le tue azioni e ti incoraggerà in ogni passo che fai.


Non importa se stiamo parlando di un lavoro, di un'amicizia o di una relazione. La vita è un lungo susseguirsi di momenti in cui mettersi alla prova, di capitoli per divertirsi, di battaglie da combattere e da cui imparare.

Perché l'apprendimento è l'anello che deve costituire la spina dorsale di ogni giorno della tua vita.

Forse hai commesso degli errori lasciando andare cose o persone? Dovresti pentirti? Assolutamente no. Perché il rimpianto è sempre un errore, alimenta l'amarezza.



Gli errori vengono assunti, compresi, elaborati e integrati in quella che chiamiamo la "valigia delle esperienze". Se questi momenti vissuti ti portano brutti ricordi, non accoglierli nella tua vita. I ricordi spiacevoli devono essere sostituiti dal qui e ora, dalla felicità di domani.

Non ci sono battaglie inutili. Sono tutti segni di una vita vissuta e di un'esperienza acquisita. Non dimenticare però, che la cosa più importante di tutte, è sapere come rendersi conto il prima possibile che certe situazioni non valgono i tuoi sforzi. Che nessuna relazione merita la tua sofferenza.


Il potere delle false aspettative


Ci sono momenti in cui commetti l'errore di incolpare gli altri per aver nutrito le tue speranze. Ma la responsabilità di chi è? in realtà, la responsabilità è tua.

Proprio come alcune persone fissano le loro idee su un lavoro da sogno, tu potresti fissare tutte le tue emozioni e ansie su una persona che, in realtà, non ti ha mai dato la sicurezza di provare qualcosa per te, o di voler costruire davvero un futuro insieme. Pertanto, non devi mai perdere di vista la tua obiettività, l'equilibrio e il tuo focus.


L' attaccamento emotivo


La forza interiore che tu, come essere umano, possiedi, chiamata emozione, è in realtà un motore potente e pericoloso. In effetti, di tanto in tanto ti farà dare tutto, anche il tuo ultimo respiro, per una persona a cui vuoi bene o per un sogno agognato.

Quando ciò accade, non vedi i limiti e apri il tuo cuore senza prima leggere il manuale di istruzioni. Il libro della tua vita ha come prima regola: “Sii prudente, abbi cura di te stesso, proteggi la tua autostima”. Ma non sempre si segue questa regola.

Devi imparare ad essere più ricettivo, a dire a te stesso che meriti anche di RICEVERE, oltre che dare. Chiediti: "quell'amicizia, ti offre supporto? Complicità? Rispetto? Riconoscimento?" Se la risposta è SI, vai avanti.

Allo stesso modo, la tua relazione d'amore ti rende felice? Alimenta le tue speranze? Il tuo partner investe in te tanto quanto tu in lui? Ha rinunciato a qualcosa come hai dovuto fare tu in certe occasioni? In caso contrario, rifletti e prendi una decisione.


Devi rinunciare a tutti coloro che si nutrono di egoismo, che non ti riconoscono e che ti tolgono speranze e forze invece di arricchirti. Vai avanti e chiudi loro la porta. Dopotutto, sai dove ti trovi e devi essere anche estremamente chiaro su dove VORRAI ANDARE.

Se ti senti imbrigliato/a in una situazione da cui non riesci a uscire, trova il coraggio di volerti più bene e chiamami. Ti aiuterò a fare chiarezza e a prendere finalmente la decisione migliore per te.



4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti