• V.L.Gentile

L'amore per se stessi non è un crimine: imparare ad amare se stessi


Quando lavoro con persone depresse, sono stupita di quanto spesso ci sia il tema dell’ auto-abbandono. Quando chiedo loro come si trattano, o cosa fanno per prendersi cura o avere amore per se stessi, spesso ottengo lo stesso atteggiamento mentre pronunciano le stesse parole: "Perché dovrei amarmi?"

Non sto dicendo tutti, ma molte persone hanno poco chiaro il senso di cosa significhi avere amore e accettazione per se stessi.

Non sto parlando di amare se stessi fino al narcisismo. È una cosa completamente diversa, ma spesso la gente pensa che sia porprio l'amore per se stessi, mi dicono "ma è egoistico". No non lo è! È egoistico non amare te stesso.

La depressione si verifica spesso quando le persone concludono che non sono abbastanza buone o che hanno fallito in qualcosa della loro vita. La maggior parte delle persone con cui ho lavorato e che sono depressi, sono molto duri con se stessi fino al punto di essere pericolosi. La quantità di pressione che esercitano su se stessi per essere disponibili per tutti, significa che si prodigano così tanto per gli altri che non hanno assolutamente tempo di prendersi cura di se stessi.

Fare cose per gli altri li rende felici, credono.



C'è una differenza. La maggior parte delle persone depresse con cui ho lavorato sono coscienziose, premurose e amano aiutare gli altri, il che è fantastico. Ma spesso lo fanno per sentirsi bene con se stessi perché hanno una capacità limitata di sentirsi bene con se stessi senza il feedback degli altri. Stanno usando il feedback positivo degli altri per rafforzare il loro senso di essere "abbastanza bravi".


Se le persone avessero più amore per se stessi e accettazione di sé, quel feedback non sarebbe così importante. Potrebbero fare le cose liberamente per le altre persone e non essere così preoccupati di ricevere affermazioni positive.

Sarebbero più equilibrati dal punto di vista emotivo perché hanno un senso più sano di ciò che significa accettare se stessi: il bene, il male e tutto il resto. Se una persona può stare bene con se stessa solo facendo cose per gli altri, è in balia del feedback degli altri e il suo senso del valore può andare su e giù come uno yo-yo.

Lascia che ti faccia un esempio generale:


Con amor proprio: se ti faccio un regalo, lo do perché è quello che voglio fare e lo faccio senza aspettative. Se non ti piace, potrei sentirmi triste o deluso, ma posso accettare che sia una tua scelta. Ad ogni modo, so ancora che quello che ho fatto è stata una cosa gentile e ho ancora un buon senso di auto-amore e auto-accettazione.


Senza amor proprio: se ti faccio un regalo, lo do perché è quello che voglio fare, ma lo faccio volendo che ti piaccia e, per associazione, come me (con aspettativa). Se ti piace e mi lodi, potrei sentirmi appagato e gentile verso me stesso. Se non ti piace, potrei sentirmi molto triste e deluso, pensando di aver fallito e aver deluso. Il mio senso di sé è diminuito perché non ho raggiunto il mio obiettivo di gradire il mio dono e restituirmi amore e accettazione.


Imparare ad amare te stesso

Quindi, perché l'amore per se stessi è importante e come posso ottenerlo?

Aiuta a rendersi conto che sei importante quanto chiunque altro e che ciò che pensi e senti è valido. Per molti, questa è la parte più difficile. Forse sei cresciuto pensando che gli altri siano sempre migliori di te, e non ti importa se le persone non sono interessate a te a meno che tu non gli piaccia. Ma quel pensiero ti porterà solo a concludere che la felicità degli altri è più importante della tua, e non lo è.

L'amore di sé implica quanto segue:


Cura di sé.

Cura di sé significa che ti tratti in modo gentile e premuroso come faresti con chiunque altro. Se ti senti a disagio nel fare qualcosa, allora non lo fai. Solo perché qualcuno potrebbe essere deluso dal fatto che tu non l'abbia aiutato, ricordati che questa è la sua scelta di sentirsi in quel modo non è colpa tua.


Considera le tue esigenze.

Se ciò significa che gli altri non ti possono avere a dispozione sempre, allora va bene lo stesso. Le persone possono imparare ad adattarsi ed essere responsabili di se stesse.


Prenditi cura di te stesso con lo stesso livello di sforzo che fai per gli altri.

Ciò potrebbe significare che non sempre raggiungi il tuo obiettivo di aiutare gli altri perché preferisci trascorrere del tempo facendo qualcosa per te stesso. Non è egoista.


Accettati per tutto ciò che sei - sia i tuoi aspetti positivi che la tua fallibilità umana.

Non puoi essere sempre bravo. Puoi lavorare sull'auto-miglioramento, ma ciò non significa che sconti le parti di te che non ti piacciono tanto. Questi aspetti fanno ancora parte del tuo intero.


Dire di no alle richieste degli altri.

Non sei totalmente responsabile per le esigenze di tutti gli altri.

Lavorare per l'amore per se stessi e l'accettazione può richiedere del tempo. Se sei qualcuno che ha poca considerazione per sè stesso, allora dovresti iniziare con un “mi piace di me” al giorno. Con il tempo imparerai ad amare te stesso e ad accettarti per tutto ciò che sei.

definitivo_LOGO_CFLI.png

TEL

+39 331 2837728

PER INFO

NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere aggiornamenti

© 2019 by L.
 

  • w-facebook
  • Instagram - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle

SEGUICI:

DOTT.SSA VALERIA LAURA GENTILE